Presbiopia

La presbiopia è una conseguenza del fisiologico “invecchiamento della vista” che inizia dopo i 40 anni.

 

Il potere di messa a fuoco dell’occhio dipende dall’elasticità del cristallino che progressivamente si perde nelle persone anziane. Ci si accorge di questo difetto visivo quando, per leggere con chiarezza un libro, è necessario tenerlo lontano dagli occhi e spesso le braccia non sono abbastanza lunghe.

 

La presbiopia è un fenomeno inevitabile che colpisce tutti.

 

La correzione della presbiopia avviene con gli occhiali da lettura o con le lenti a contatto.

 

Gli occhiali con lenti monofocali forniscono una buona visione a distanza ravvicinata. Per la correzione della presbiopia, ci sono anche gli occhiali con le lenti bifocali.

 

Nel 1959 in Francia si svilupparono le prime lenti progressive, chiamate Varilux1. Lenti progressive con una lente moderna in vetro e plastica, divise in tre zone continuamente organizzate per una visione a lunga distanza, a media distanza e da vicino; la soluzione ideale per l’uso quotidiano.

 

La presbiopia può essere corretta anche con lenti a contatto bifocali speciali, che consentono una visione chiara a tutte le distanze.